Etichetta del caricatore di moduli

LE ALTERNATIVE AEB AI SALI DI AMMONIO QUATERNARIO

Poter disporre di disinfettanti privi di sali di ammonio quaternario, anche in tracce, è sempre più un’esigenza dei produttori di alimenti che si sta estendendo anche ai prodotti per l’igiene degli allevamenti e ai biocidi per il trattamento delle acque di raffreddamento o di condizionamento degli ambienti.

Infatti l'adozione di sali di ammonio quaternario, utilizzati in particolare per la disinfezione delle superfici esterne presenti nelle industrie alimentari, è oggi fortemente sconsigliata dalle autorità regolamentari, in primo luogo per motivi di natura tossicologica. In particolare l’Unione Europea – tramite il Regolamento (UE) n. 1119/2014 - ha fissato il limite di 0,1 ppm di quaternari nei prodotti alimentari e nei mangimi per animali.

LE PROPOSTE AEB PER LA DISINFEZIONE ALIMENTARE

La sostenibilità, il rispetto dell’ambiente e la necessità di un’igiene sicura ci hanno guidato nella formulazione di disinfettanti specifici per il trattamento delle superfici al termine delle operazioni di detergenza nelle industrie alimentari, farmaceutiche, cosmetiche e nel settore zootecnico.

 

Disponiamo di un team altamente qualificato di tecnici-commerciali, sempre a disposizione per analizzare definire con il cliente la soluzione migliore per la sostituzione dei quaternari nelle procedure di sanificazione degli stabilimenti e degli allevamenti.

OSSIDANTI SENZA ACIDO PERACETICO

La principale applicazione dei sali quaternari nelle industrie alimentari e negli allevamenti consiste nella disinfezione di superfici esterne, con il rischio di contatto e inalazione. Al posto dell’acido peracetico, corrosivo e dannoso per l’operatore, abbiamo sviluppato due specialità basate su perossido di idrogeno stabilizzato in ambiente acido:

 

  • Percisan, per trattamenti a spruzzo e di nebulizzazione;
  • Percisan F, per trattamenti a schiuma.

Per entrambi prodotti, nel 2017, abbiamo fatto domanda di omologazione biocida* presso l’ECHA (Agenzia Europea per le Sostanze Chimiche).

*N. di dossier BC-PG029889-18

NON OSSIDANTI A BASE DI DI-AMMINO LAURIL PROPIL AMMINA

NON OSSIDANTI A BASE DI DIAMMINO LAURIL PROPIL AMMINA

Oltre ai vantaggi dei sali quaternari, il principio attivo di ammino lauril propil ammina non è legato ad alcun fenomeno tossico di cui si abbia documentazione. Pertanto non esiste un limite massimo tollerato nei prodotti alimentari e nei mangimi. I formulati non ossidanti a base di questo composto sono:

 

La diammino lauril propil ammina è una molecola in fase di omologazione in conformità alla BPR (Biocidal Products Regulation) presso l’agenzia ECHA.